Sostegno Psicologico Adozione

Sostegno psicologico adozione

Il seme di un albero può si essere trasportato molto lontano dal luogo dove quell’albero è cresciuto, ma la sua pianta, che da quel seme nascerà, può mettere radici solo nel terreno in cui esso è affondato: nella famiglia che ci ha allevato dall’infanzia.
(Bruno Bettelheim)

Storia di un bambino adottato
C’erano due donne che non si erano mai conosciute,
una la ricordi, l’altra la chiami mamma.
La prima ti ha dato la vita,
la seconda ti ha insegnato a viverla.
La prima ti ha creato il bisogno d’amore,
la seconda era lì per soddisfarlo.
Una ti ha dato la nazionalità, l’altra il nome.
Una il seme della crescita, l’altra uno scopo.
Una ti ha creato emozioni,
l’altra ha calmato le tue paure.
Una ha visto il tuo primo sorriso,
l’altra ha asciugato le tue lacrime.
Una ti ha lasciato, era tutto quello che poteva fare.
L’altra pregava per un bambino
e il Signore l’ha condotta a te.
E ora mi chiedi la perenne domanda:
eredità o ambiente, da chi sono plasmato?
Da nessuno dei due. Solo da due diversi amori.
Madre Teresa di Calcutta

L’adozione di un minore, in particolar modo di un minore straniero, rappresenta per una coppia un evento tanto emozionante quanto destabilizzante, in cui sia i genitori che il bambino necessitano di un periodo iniziale di assestamento, durante il quale conoscersi tra di loro per creare insieme un nuovo equilibrio.
Accogliere un minore in famiglia determina sempre un cambiamento radicale nella vita di tutti. La coppia attraversa un’importante fase di passaggio dove i ritmi collaudati nel corso degli anni vengono stravolti dall’ingresso del nuovo arrivato e dove soprattutto ci si scontra con una realtà in cui al desiderio del bambino “idealizzato” si sostituisce la concretezza del bambino “reale”, con tutto il suo bagaglio di caratteristiche e di difficoltà. Le scelte tra coppia adottante e minori sono molto differenti, poiché partono da presupposti diversi: mentre, infatti, la coppia sceglie di voler adottare, il bambino si ritrova a dover affrontare il percorso adottivo a prescindere dalla sua volontà.
I bambini affrontano tutte le conseguenze dei loro vissuti abbandonici, spesso costretti a vivere in contesti istituzionalizzati, con tutto il disagio che questo comporta; e se da una parte desiderano di poter appartenere ad una famiglia, per sentirsi finalmente amati, dall’altra ne sono spaventati, non sanno cosa aspettarsi dal loro futuro e hanno pochi strumenti decisionali a loro disposizione.
Un’adozione rappresenta sempre un momento difficile e destabilizzante per chi la vive, nonostante regali emozioni e momenti unici.

Tematiche che caratterizzano l’adozione:

  • La famiglia d’origine e la famiglia adottiva
  • La cultura e la lingua d’origine
  • L’Inserimento Scolastico
  • Come aiutare i ragazzi a rafforzare la loro Autostima
  • Lo svelamento delle proprie origini
  • Come aiutarli nell’inserimento familiare e nell’integrazione sociale
  • Come affrontare le loro difficoltà comportamentali (negazione, oppositività, aggressività,ecc.)
  • Come aiutare i bambini nell’elaborazione del lutto e nell’accettazione della loro storia
  • Accettazione del bambino da parte della famiglia allargata
  • Il minore che si interpone nella relazione coniugale

Queste rappresentano solo alcune delle voci relative alle tematiche ricorrenti e che contraddistinguono l’adozione. Succede molto spesso, infatti, che le coppie in difficoltà non riescano a trovare uno spazio di confronto con gli specialisti del settore, i quali dovrebbero in realtà accogliere ed aiutare le famiglie a sperimentare delle strategie utili nella relazione con i figli.
Le coppie, nel corso dell’iter adottivo, sono costrette ad affrontare innumerevoli colloqui con psicologi ed assistenti sociali, verso i quali sentono spesso di dover “mascherare” le loro difficoltà, per paura di essere giudicati come genitori inadeguati ed inefficaci. In realtà è giusto far comprendere come l’adozione, così come la genitorialità biologica, preveda sempre dei momenti non semplici.
La consulenza con terapeuti esperti nel settore si propone l’obiettivo di fornire un contesto protetto in grado di preservare la privacy familiare, nella massima tutela di tutti i componenti della famiglia e nell’offerta di un clima di accettazione incondizionata e priva di giudizio.